Lunedì 12 novembre, questo appena passato abbiamo portato l’attenzione all’arcangelo Mich’el.

Un gruppo di dieci anime, nel cerchio della fiducia, della curiosità e dell’evoluzione.

Quello che si fa non ha il sapore religioso, è qualcosa di più. E, come di natura angelica, quello che si fa ci porta oltre il confine dei nostri limiti.

Stiamo imparando ad utilizzare queste meravigliose, gloriose elevatissime energie per sintetizzarle nella nostra energia psichica,

Il sacro ha la sfaccettatura dell’appartenenza nel percepire tutti la stessa energia.

il sacro si trasforma in dialogo perfetto ed intimo con quel mondo coperto da un velo che si fa sempre più trasparente, meno fitto.

Gli occhi stanno iniziando a vedere chiarore, poiché la luce schiarisce e non abbaglia, il buio abbaglia.

I termini di ” luce e buio”, per noi, di questo gruppo nel viale degli Angeli, prendono significati diversi da quelli canonici: La luce è ciò che è evoluto, il buio è quello che ancora deve evolversi.

Mich’el si è presentato in vesti da guerriero eccellente, di una presenza tanto potente tanto commovente.

Difficile trattenere le lacrime della gioia. Come è accaduto?

Dentro, esattamente dentro al cuore di ognuno. Quello che prontamente mi stupisce sempre è che tutti percepiscono in modo intimo, silenzioso e nascosto, la stessa verità.

ARCANGELI BeNe’Eloyim…Gli educatori degli esseri umani.

Educare significa trarre il meglio, il buono che è in ognuno di noi.

Di fronte alla realtà della fede, che è un mistero profondo che ti conduce a prendere atto della stessa realtà, Gli Arcangeli si presentano in ogni momento del nostro tempo.

Non possono cambiare ciò che è prestabilito. Vi sono delle tappe nella nostra vita, degli insegnamenti da vivere, ma Essi possono guidarci all’apertura della mente e del cuore, possono insegnarci il supporto, la custodia e farci sentire garantiti sopra ogni cosa.

Questi essere sono figure extra-terresti che hanno una presenza indiscutibile.

Micha’el, significa ” Io come Dio”, colui che è sceso nella caduta di Lucifero, quasi fino a toccare la terra, ma si è fermato e si è svincolato dall’inseguimento, ed è ritornato da Dio.

Mentre apprendi abbi la mente aperta e non condizionata ad litteram.

Questo Arcangelo ha il potere di tagliare e recidere i legami insani, e così fece con lucifero.

Gli Angeli sono esseri simili e prima di tutto loro vivono in un’appartenenza, lasciando andare Lucifero, cambiò idea, smise di salvarlo, smise di seguirlo, e con una forza enorme, riprese la strada della sua natura.

Micha’el è protezione ( scudo) Difesa e forza ( spada), Da cosa ci difende? Quali sono i nostri demoni interiori? Sono le nostre paure.

La paura è la perdita di ogni logica. La paura depista l’obbiettività. La paura è il demone biologico della morte.

In natura un codice ben preciso afferma che NULLA MUORE MA TUTTO SI TRASFORMA.

Ebbene, ecco a cosa ci si deve preparare : ad un perenne mutamento, senza timori, senza legami con ciò che non siamo più.

Lunedì 19 ad attenderci ci sarà L’Arcangelo Gabry’el: La parola di Dio.

Si, ho detto che sarà lui ad attenderci, perché gli Angeli, tutti messaggeri, attendono la nostra disponibilità, la nostra prontezza per manifestarsi e aiutarci, sostenerci, guidarci.

Categorie: Meditazione

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *