Che cosa ci dà forza nella vita? Quando siamo a carponi, quando siamo nel dolore, nello stupore di quello che ci è accaduto e lo viviamo come un’ingiustizia?

Dissacriamo la vita,la offendiamo e con lei tutti coloro che hanno cospirato ad abbatterci in qualche modo. La rabbia diventa un’alleata ed è lei che ci permette di restare presenti, e resilienti.

Forse il desiderio di giustizia sfiora la voglia di vendetta, e finché non vedremo passare i cadaveri nel fiume,non avremo pace dentro di noi.

E’ questa la vera forza?

E’ solo una strategia di sopravvivenza.

Nel dolore siamo vulnerabili, ci chiudiamo e diventiamo respingenti, siamo feriti. Stiamo davvero male. E in questo caso solo la rabbia può aiutarci ad andare avanti. Abbiamo bisogno di identificare un nemico, un cattivo con cui lottare e al quale dare la colpa, diventiamo dei giudici severi. Ma questa non è la vera forza.

La vera forza si trova nel centro di te, non nella periferia del tuo cuore, nel centro, esattamente dove c’è quel dolore intenso.

Restare in quel dolore è la forza. Restare ad ascoltare il canto della sofferenza è un rituale importantissimo.

Ho notato sia nella mia vita personale, che in quella professionale,quando l’universo ti dà uno schiaffo, ti permette di ringraziare. Quando ti serve una difficoltà, impari a rallentare. Quando per tantissimi ostacoli non riesci ad andare avanti, ti fermi. L’universo sa quale sia il tuo bisogno, quale lezione abbia da imparare la tua anima. L’universo è semplicemente uno specchio più grande che riflette la tua anima. Specchi a confronto. E ringraziare significa ” Ora ho capito col cuore, attraverso di te”. Allora comprendi che la vita, se in qualche momento è stata rigida, stava dando voce alla tua anima, e ai suoi bisogni. E quella stessa vita che ti ha tolto, tanto ti può restituire, ma dipende da te. La vita è uno spirito sacro, ed è più grande di ogni cosa, ed il dono ancora più grande è che attraversa tutto ciò che è. E rispettando se stessa, ti insegna a rispettare anche te.

Se rispetti te stesso rispetti lei, ed esattamente questo, onorandola, crei amore. La vita ha da essere vissuta per essere delle persone migliori. No, non guardare fuori di te che cosa c’è e cosa avviene, guarda dentro di te, guarda quanto e cosa e come tu possa migliorare e trasformare la rabbia in gratitudine. Guarda cosa tu possa imparare attraverso quello che viene identificato come un’ingiustizia ed in modo estremamente pulito e cristallino, guarda oltre. Infine, tutto ciò che hai vissuto fino adesso ti ha portato ad essere chi sei: Sei contento di chi sei? Non di quello che fai, ma di chi sei? Hai apportato miglioramenti dentro di te? Sai ringraziare? Sai comprendere? Sai sentire e stare con te stesso? Perché è stando con te stesso che capisci il senso della vita.

Non giudicare chi ha contribuito a quello schiaffo, in quel momento ti serviva per andare oltre. Il sentiero dell’anima non si può perdere, è una promessa fatta, una promessa d’amore per avvicinarci sempre di più all’amore stesso. Una promessa fatta all’anima per imparare. Imparare significa raggiungere i livelli successivi di comprensione. Evolvere significa rispettare. Evolvere significa riuscire a stare. Evolvere significa affidarsi.

La comprensione è un movimento, non è staticità. Il rispetto idem, poiché quando abbiamo appreso questo, la conseguenza sarà, oltre che un pensiero diverso, saranno parole diverse e azioni diverse.Sarà essere migliori.

Categorie: Counseling

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di Google per erogare i propri servizi e per analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google, unitamente alle metriche sulle prestazioni e sulla sicurezza, per garantire la qualità del servizio, generare statistiche di utilizzo e rilevare e contrastare eventuali abusi. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi